Ci stai visitando da un telefonino? 
Seleziona versione desktop in fondo alla homepage per una miglior lettura

logo aquadiving tours
AQTNews è il notiziario di Aquadiving Tours che riteniamo utile a chi si appresta a raggiungere una destinazione perché siamo certi, come viaggiatori incalliti, che più si sa meglio sia. Si aggiorna regolarmente ogni volta che si hanno notizie che si ritengono utili. Torna spesso a visitarci e troverai sempre cose nuove.

Parco di Bunaken Ocean Geographic

Il Festival di Manado celebrerà lo splendore e la ricchezza della biodiversità marina del Parco Nazionale Bunaken, l’isola di Bangka e lo Stretto di Lembeh, con l’obiettivo di mettere a fuoco le minacce provocate dal cambiamento climatico e dall’inquinamento

Ocean Geographic celebra la XIII° edizione del mare a Manado, Nord Sulawesi, dal 31 marzo al 4 aprile 2018. Precedentemente organizzato-dal 2002 al 2013-  in associazione con il Festival Mondiale delle Immagini Underwater, (Le Festival Mondial de l’Image Sous Marine – Marsiglia ) questa manifestazione è uno degli eventi più importanti al mondo fuori dall’Europa.
Il festival si svolgerà in combinazione con la V° edizione di “Ocean Geographic Pictures of the Year“. Si apre il 31 marzo 2018 con una conferenza di relatori internazionali, ed una cerimonia di apertura del governo provinciale del Nord Sulawesi. I presentatori al Celebrate the Sea includono alcuni dei luminari più importanti del mondo nella fotografia e nella scienza subacquea, tra cui Stan Waterman, David Doubilet, Jennifer Hayes, Ron & Valerie Taylor, Dr Sylvia Earle, Dr Phil Nyutten, Howard e Michele Hall, Peter Scoones, Dr Gerry Allen, Emory Kristof, Michael AW, Dr Carden Wallace, Dr Lindsay Porter, Howard Shaw, Neville Coleman, Leandro Blanco e il dottor Mark Erdmann per citarne solo alcuni.
Il tema principale del festival è la competizione internazionale di fotografia subacquea. Con un valore di denaro contante per circa 35.000 dollari distribuiti su cinque categorie, può essere la competizione più spettacolare al mondo. Il vincitore sarà nominato “Maestro del Concorso” con una somma in denaro di circa 5.000 dollari. I premi sono finanziati dal governo provinciale di Manado e dai centri di sostegno dell’Associazione sportiva nordica di Sulawesi.
La missione del XIII° Festival del Mare è quella di utilizzare il potere delle immagini per inspirare la conservazione e la protezione dell’ambiente oceanico. Il festival del 2018 sarà utilizzato come piattaforma per chiedere il divieto delle pinne di squalo nei ristoranti come cibo e di lavorare per eliminare la plastica monouso nelle Nord Sulawesi. Il governo provinciale sostiene queste iniziative.

Partecipare come concorrente (link manifestazione)
I partecipanti registrati possono partecipare nelle cinque categorie con un massimo di 10 immersioni presso il loro resort scelto ad iniziare dal 1° aprile fino al giorno 3 aprile. Le fotocamere devono essere impostate sull’ora e la data Manado corretta prima che le immersioni avvengano. Possono essere presentati solo il materiale fotografico relativo alle 10 immersioni. I partecipanti possono arrivare in anticipo, o intraprendere più di 10 immersioni tra l’1 e 3 aprile, da concordare direttamente con il loro resort. Il vincitore principale come i vincitori di categoria saranno premiati nella cerimonia di premiazione il 7 aprile a Singapore.

I mostri di Fedortsov

Il pescatore russo che stupisce il mondo

Quando si dice che gli oceani sono sconosciuti agli umani non è poi una frase fatta.
Sono davvero sconosciuti. Una ulteriore prova sono le foto che arrivano dalla Russia scattate da un pescatore di professione che getta reti e ami anche a grandi profondità un po’ ovunque. Quindi non solo nei mari russi. Su twitter ha 127mila seguaci – i followers – che aumentano di continuo.

La nave da pesca di Roman Fedortsov

Perchè Roman Fedortsov oltre che essere il proprietario di un grosso peschereccio oceanico è anche un appassionato di mare tanto che ha capito di dover tramandare ai posteri le curiosità biologiche che finiscono nelle sue reti.
Non solo sono tante e diverse ma in molti casi la scienza ufficiale non sa dare un nome di battesimo a queste “bestie” dalle forme bizzarre e mostruose. Così ogni volta che qualcosa di assurdo finisce sul ponte del peschereccio di base a Murmansk, Roman fa un paio di scatti che poi infila in Twitter e spalma nel mondo. Creando shock, incredulità, ulteriori seguaci e pubblicazioni di ogni genere, dai quotidiani ai mensili, riproducono le immagini di questi piccoli e grandi mostri marini. I primi che si sono occupati delle sue strane catture sono stati quelli della redazione moscovita del Moscow Time che hanno iniziato a pubblicare quelle strane immagini di “pesci” dando così il via alla pubblicazione in tutto il mondo. Non si sa se la scienza ufficiale abbia preso in considerazione l’elencazione di questi “diversi” abitanti degli oceani né se li stia analizzando, studiando, cercando di capire da dove vengano ed il motivo delle loro deformazioni.
Da inesperti osservando le fotografie non paiono alieni o deformati piuttosto derivati di specie esistenti – forse stiamo dicendo una belinata – che per motivi di sopravvivenza in un ambiente altamente ostile con il tempo di sono attrezzati, con denti occhi zampe e quant’altro necessario, per convivere. Si nota anche un’altra cosa. Molte non paiono creature delle profondità come quella della curiosa stella marina che indubbiamente vive adagiata sui fondali bui e freddi e sopravvivere a pressioni esagerate solo a pensarle.
Perchè è blu il suo mantello se vive dove non c’è luce? Al contrario quell’altro bizzarro pesce corto e grosso, con la coda come un topo, ha due grossi occhi sporgenti rossi. Sembra che la pressione li abbia fatti schizzare fuori dalle orbite. Davvero brutto poverino, ma forse gli occhi grossi servono per vedere bene nel buio completo. E quella specie di “barracuda” nero come la pece dai denti affilatissimi che Roman dice essere un aphanopus carbo, pesce osseo della famiglia dei Trichiudae.
Ci sono nella collezione anche forme aliene da film dello spazio come uno scuro essere solo mandibole e denti acutissimi che l’autore della foto elenca come stoplight loosejaw, un dragofish – pesce drago – che è classificato come Malacosteus niger.
E’ probabile che la scienza conosca questi esserini che difficilmente troveremo nella nostra passeggiate subacquee lungo le barriere coralline dei mari più esotici ma è altrettanto probabile che molti di questi siano davvero sconosciuti.
Ma quanto ci piacerebbe incontrarne uno solo per dire l’ho visto.
Qui sotto una breve carrellata di foto.

Crociera in Thailandia

Immersioni Similan nord e sud a bordo


La motonave Giamani, di proprietà e gestione del Colona Liveaboards, è una delle migliori operanti in Thailandia. Ospita solo 10 subacquei, servizio di prima classe, guide subacquee di provata esperienza, cibo eccellente ed ottime cabine, tutte con aria-condizionata indipendente e bagno privato. Disponibilità di Nitrox.
A bordo del Giamani ci sono 1 Cabina Master e 4 Cabine Deluxe, per un massimo di soli 10 subacquei, garantendo così ampi spazi a tutti . Tutte le cabine dispongono di aria-condizionata, bagno privato con box doccia ed acqua calda, minibar, armadio, ventilatori e luci di cortesia.


La cabina Master, dotata di aria condizionata indipendente, ventilatori e mini-bar, è molto spaziosa e posta al ponte superiore. Dispone di un letto matrimoniale ed un divano-letto singolo, bagno privato con box doccia ed acqua calda. L’ingresso è dal salone.
Le quattro cabine Deluxe, sono al ponte principale e dispongono ognuna di un letto matrimoniale ed uno singolo. Tutte le cabine vengono comunque utilizzate quali doppie. Ogni cabina Deluxe è dotata di aria condizionata indipendente, ventilatori, mini-bar e bagno privato con box doccia ed acqua calda. L’ingresso è direttamente dal ponte esterno.


Godetevi l’ampio salone, con aria condizionata, per guardare un film, esaminare le vostre immagini subacquee scattate quel giorno o leggere un libro dell’ampia biblioteca di bordo. Rilassatevi nella area relax di poppa. Il ponte immersioni è spazioso, con tavolo per macchine fotografiche e videocamere e vasca di risciacquo.

Tutti i pasti sono serviti a buffet sul ponte superiore, con piatti tipici e specialità della cucina Thai, internazionale ed italiana. Diete particolari possono essere soddisfatte se richieste in anticipo.
Il MV Giamani, costruito nel rispetto degli Standards IMO, è dotato di tutti i più moderni sistemi di navigazione e sicurezza, che lo rendono comodo ed affidabile.

La Copertina

Foto vincente dell’edizione Ocean Geographic 2017 dell’americano Mcdoewll

Angel è stato catturato durante l’annuale massacro di delfini che si svolge a Taiji, Giappone. In questa pesca tradizionale alquanto cruenta animali vengono spinti verso riva a centinaia e poi trafitti con arpioni. Questo metodo ha raggiunto l’attenzione mondiale grazie ad un documentario –The Cove, vincitore di un Oscar – nel 2009. Il baby femmina fu salvato e portato a vivere nel locale acquario. Sorprendeva la bocca e altri particolari del corpo molto bianchi. Non si trattava di un albino ma di una rara specie di delfino bianco avvistata solo in altri 14 esemplari dal 1962. Gruppi internazionali di animalisti si attivati per evitare che gli studiosi dell’acquario giapponese mettessero le mani sul’animale per studiarlo. Fu un caso giudiziario, la corte decise che Angel andasse preservato così com’era. Ad oggi Angel è l’unico esemplare di delfino bottle nose bianco in cattività.

post_recenti

*STORIA | Siladen TopDive
*NEWS 
|  Grand Bahama i tigre
*INDONESIA | Muck diving
*RELITTI | UBoat 85
*RELITTI |
Kraken di Virgin Gorda
*MARE | Pulire casa
*CROCIERAVisayas Filippine

Il Parco si allarga

Alejandro Del Mazo Maza, che rappresenta la Commissione Nazionale delle aree protette naturali del Messico, ha annunciato una massiccia espansione del parco marino Revillagigedo (includono Socorro, Roca Partida, San Benedicto e Clarion ) alla conferenza Our Ocean a Malta.
Il parco coprirà più di 57 mila miglia quadrate, un vasto tratto dell’Oceano Pacifico che comprende le quattro isole Revillagigedo, piccole terre vulcaniche sotto il controllo messicano che si trovano a circa 240 miglia a sud-ovest di Baja California. Le isole sono disabitate tranne una piccola presenza navale messicana nominate Patrimonio dell’Umanità nel 2016 per la loro biodiversità unica, tra cui squali, razze e balene.
“Con l’obiettivo di garantire la massima protezione di questo sito del patrimonio mondiale, verrà utilizzata la categoria di conservazione più forte della nostra legislazione nazionale e tutte le forme di pesca saranno proibite”, ha dichiarato Del Mazo. Ha anche affermato che il Messico non permetterà la costruzione di strutture alberghiere sulle isole.
In precedenza, le isole erano state protette da una piccola riserva che si estendeva solo a sei miglia dalla terra.
La riserva è il più recente parco marino che Enric Sala e la sua iniziativa Pristine Seas del National Geographic hanno contribuito a creare. Negli ultimi anni il progetto ha aiutato i governi di tutto il mondo a stabilire 16 nuove riserve, che coprono circa due milioni di chilometri quadrati di oceano. Queste isole sono un posto speciale che dovremmo conservare e proteggere non solo per il Messico, ma per l’intero mondo “, dice David Valencia, fotografo subacqueo, che fotografa spesso la bellezza della vita marina in queste acque.

CROCIERA THAILANDIA
GENNAIO 2018 

CROCIERA MALDIVE
NOVEMBRE DHONKAMANA

NOVEMBRE – MALDIVE
PRINCESS RANI

SILADEN MARZO 2018
CON ACCOMPAGNATORE SUB DALL’ITALIA
Siladen Resort & Spa 9 notti + Singapore 1notte
Offerta soggetta a disponibilità limitata

SILADEN RESORT & SPA
DICEMBRE 2017
OFFERTA 6 NOTTI + 1 GRATIS
Partenza garantita posti limitati
risparmio di oltre € 200

MALDIVE
SPECIALE INVERNO
Offerta valida per prenotazioni entro il 15 Dicembre

MICRONESIA PALAU
Speciale 2017 PRENOTA PRIMA
Palau Pacific Resort
Offerta valida per due persone viaggianti insieme,
soggiorni di minimo 7 notti
Prenotazioni entro il 30 Novembre 2017

DIVE Magazine, la rivista inglese che pubblica su carta e digitale, ha assegnato il Travel Awards 2017 per la destinazione all’Indonesia, per il miglior centro sub e resort al Siladen Resort, per la miglior imbarcazione charter al Sea Hunter.
Gli Awards sono stati assegnati in base alla scelta dei lettori chiamati a votare. Per la destinazione hanno votato 9339 lettori e l’Indonesia è stata scelta da quasi il 12%. A seguire Filippine, Azorre, Messico, Maldive, Egitto. Per il miglior Dive Center o Resort i voti sono stati 3117 di cui il 27% sono andato al Siladen Resort che ha distanziato del doppio Oblu a Helengeli, Maldive, Wakatobi, Indonesia, Lembeh Resort, Indonesia. Il Cocos Sea Hunter con 233 voti su 1338 è stato giudicato il miglior charterboat superando il Pelagian, Indonesia, il Bahamas Aggressor e il Febrina, Papua.