LA COPERTINA
Anilao Shootout 2017, Filippine. Nella categoria Supermacro il primo premio è andato al fotografo di Taiwan Wu-Yung-Sen per questa delicata immagine

Selfidot

Perchè faticare quando l’animale è a portata di mano

Un gruppo di turisti eccitati circondano un delfino rosa nel Negro River in Brasile. Molti di costoro non sanno il danno che stanno facendo con questa interazione.
PHOTOGRAPH BY KIRSTEN LUCE -NATIONAL GEOGRAPHIC

Oramai è così. Non esci più di casa e compri tutto sulla rete. Gli amici non sono al bar ma in chat. Vuoi vedere una tigre o un pinguino non ti ammazzi più di fatica e spendi soldi perchè basta andare in un parco attrezzato e ti fai un selfieautoscatto in italiano – con l’animale feroce di tua scelta. Poi lo spacci per buono. Ora questa specie di circo mediatico che sta coinvolgendo il mondo si è capito che sta sconvolgendo e mettendo a rischio anche gli animai stessi, spesso imprigionati ad uso e consumo di turisti. Così arriva la decisione di Instagram dopo le indagini condotte dal National Geographic e World Animal Protection di rallentare questo fenomeno con avvertimenti messi in rete in lingua inglese e locale di non fare di questa pratica un uso comune e continuo. Oramai pur di fare quattrini zone turistiche poco sfruttate hanno iniziato a mettere in pratica l’uso di ingabbiare animali selvatici affinché il turista medio e cretino possa scattarsi una foto. Non è possibile far comprendere alle popolazioni locali il danno  che stanno facendo ma al turista idiota – che viene sempre da un Paese più sviluppato – forse è più semplice fargli capire che se vuole un autoscatto con si sbatta per andare a cercarsi il soggetto. Ben venga questa operazione di freno  sperando che dissuada centinaia di imbecilli  nel fare quello che stanno facendo. Purtroppo la madre degli imbecilli è sempre incinta.

Ingoiata da uno squalo balena

Divers Alert Network pubblica la notizia. Il gigante del mare l’ha risputata. Tanta paura e solo una escoriazione alla mano

Una subacquea di 62 anni in crociera d’altura durante la permanenza a bordo ha effettuato assieme al resto del gruppo due immersioni in un particolare sito molto frequentato da grossi animali marini tra cui squali balena, delfini, e pesci vela.
Durante la prima immersione non ci sono state osservazioni particolari circa i comportamenti degli squali balena e degli altri animali. Nella seconda immersione, verso le 11:00, la subacquea ha eseguito l’entrata in acqua chiamata backward roll (di schiena) e, entrando in mare, ha colpito uno degli squali balena. Il gruppo di 10 subacquei (2 guide e 8 subacquei ricreativi) si è sparso nell’area, a una profondità di 10 metri, permettendo agli squali balena di nuotare tra loro.

Durante l’immersione il più grande degli squalo balena ha iniziato ad agire in modo diverso. Sembrava nuotare direttamente verso di lorocon la bocca spalancata. Man mano che si avvicinava, apriva la bocca ma molti dei subacquei erano in grado di allontanarsi dalla rotta dell’animale.
Dopo essere stato in acqua per 40 minuti, un fotosub stava tentando di fotografare questa interazione dello squalo balena e con gli altri sub quando lo squalo balena si è girato improvvisamente verso la donna che ricorda di essere stata colpita duramente dallo squalo balena. Poi è stata risucchiata nella bocca dello squalo balena, inghiottita fino alle cosce. La donna si sforzò di sfuggire dalla bocca dello squalo balena per un breve istante prima che lo squalo la sputasse fuori facendola roteare con forza nell’acqua. Grande paura e una leggera abrasione sul dorso della mano.

Gli squali balena sono il pesce più grande del mondo e sono conosciuti come giganti gentili. Sono filtri alimentatori, non predatori, a differenza della maggior parte degli altri squali. Per molti subacquei, immergersi a fianco di uno squalo balena nel suo habitat naturale è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. Tuttavia, i subacquei dovrebbero sempre essere consapevoli del rischio potenziale durante le immersioni intorno agli animali marini, in particolare le grandi creature marine come gli squali, indipendentemente dalle nozioni preconcette di pericolo o sicurezza. La maggior parte degli animali ha il potenziale per infliggere danni se sono angosciati o minacciati. Come subacquei, siamo visitatori del loro ambiente e dovremmo rispettare il loro spazio. Se un animale è chiaramente angosciato e rappresenta una probabile minaccia, i subacquei dovrebbero dargli più spazio. Se un animale continua a essere pericoloso, l’immersione deve essere conclusa con calma.
(Divers Alert 17 nov 2017)

Filippine 9 – 18 Marzo 2018

Fishermen’s Cove Dive Resort

Si trova nei pressi di Puerto Galera, sita nella parte più inferiore della penisola che si sviluppa con ampie baie verso il mare aperto. Puerto Galera è rinomata da tempo per i suoi fondali, il mare e le attività che vi si possono svolgere. Il Fishermen’s gestione italiana, è affacciato sul mare nel mezzo di una piccola baia circondata da una fitta foresta di mangrovie.

Un patrimonio di bellezza

Anilao, V° edizione del Shootout. Circa duecento i fotografi partecipanti. Acque ricche di biodiversità

Conclusa a Anilao, Batangas, Filippine, l’edizione 2017 dell’oramai affermato Anilao Underwater Shootout. Dedicato espressamente alla macrofotografia con il sottotitolo No marine life manipulation – nessuna manipolazione alla vita marina – slogan adottato anche dal Dipartimento del Turismo filippino, che ha sponsorizzato l’incontro di circa 200 fotografi provenienti da ogni dove. Anilao, poco lontana da Batangas, si trova all’interno della baia di Balayan prospicente al Verde Passage, località che annovera una notevole quantità di biodiversità che ha portato questa località rivierasca alla notorietà mondiale. In questa occasione la giuria era composta da fotografi d’eccezione e biologi di fama internazionale tra cui David Doubilet, del National Geographic, notissimo per le sue stupende immagini. Per la cronaca vi erano come al solito due categorie in base al tipo di fotocamera, tre primi premi, un vincitore assoluto. E’ stata aggiunta la categoria per chi usa una GoPro o un cellulare in custodia stagna. La fotografia oramai si è allargata anche ad altri strumenti altrettanto sofisticati ed è corretto che vengano inseriti nelle categorie partecipanti.

Categoria comportamento: primo Cem Gazivekili, Turchia

Categoria nudibranchi: secondo Songda Cai, Cina

Categoria nudibranchi: primo Cem Gazivekili, Turchia

Sguardo cattivo ma solo quello

Pesce coccodrillo, dall’aspetto cattivo, ma del tutto innocuo. Convinto dal suo camuffamento di non essere visto se ne sta tranquillo in attesa delle sue prede sotto pietre e coralli o negli spazi aperti dove cresce l’alga. Si lascia avvicinare e non scappa, è un ottimo soggetto fotografica con questo suo muso allungato che assomiglia, per l’appunto, ad un coccodrillo. Appartiene alla famiglia degli scorpenidi e vive nelle acque del Mar Rosso, Seychelle e Madagascar. Potrebbe essere anche presente in Mediterraneo dove vive seguendo le sue abitudini ad una profondità mai superiore ai 15 metri.

AQTNews notiziario di Aquadiving Tours

ScubaZone il magazine di subacquea e lifestyle, come usa definirsi, nel n. 35, come sempre disponibile per tutti gratuitamente (scaricabile), tratta di una destinazione quotata dall’Aquadiving Tours. Si tratta di Socorro. Buona lettura.

post_recenti

*STORIA | Siladen TopDive
*NEWS 
|  Grand Bahama i tigre
*INDONESIA | Muck diving
*RELITTI | UBoat 85
*RELITTI | 
Kraken di Virgin Gorda
*MARE | Pulire casa
*CROCIERAVisayas Filippine

CROCIERA THAILANDIA
GENNAIO 2018 

CROCIERA MALDIVE
NOVEMBRE DHONKAMANA

NOVEMBRE – MALDIVE 
PRINCESS RANI

SILADEN MARZO 2018
CON ACCOMPAGNATORE SUB DALL’ITALIA
Siladen Resort & Spa 9 notti + Singapore 1notte
Offerta soggetta a disponibilità limitata

SILADEN RESORT & SPA 
DICEMBRE 2017
OFFERTA 6 NOTTI + 1 GRATIS
Partenza garantita posti limitati
risparmio di oltre € 200

MALDIVE
SPECIALE INVERNO
Offerta valida per prenotazioni entro il 15 Dicembre

MICRONESIA PALAU
Speciale 2017 PRENOTA PRIMA
Palau Pacific Resort
Offerta valida per due persone viaggianti insieme,
soggiorni di minimo 7 notti
Prenotazioni entro il 30 Novembre 2017

DIVE Magazine ha assegnato il Travel Awards 2017 per il miglior centro sub e resort al Siladen Resort. Per il miglior Dive Center o Resort i voti sono stati 3117 di cui il 27% sono andato al Siladen Resort che ha distanziato del doppio Oblu a Helengeli, Maldive, Wakatobi, Indonesia, Lembeh Resort, Indonesia.

Piccola, compatta, ideata da e per chi va sott’acqua. Un prodotto innovativo, divertente. Foto e video di ottimo livello


Paralenz
Dive Camera è una action camera progettata specificamente per i subacquei, sviluppata con l’aiuto di subacquei di tutto il mondo, e costruita da un team di ingegneri progettisti che condividono la passione per le immersioni subacquee e il mondo sottomarino. Progettata per essere facile, Paralenz ha sviluppato la migliore fotocamera d’azione per i subacquei, con un approccio senza compromessi alla qualità o alla funzionalità. Il team di ingegneri ha contattato la comunità subacquea internazionale per chiedere cosa avrebbero voluto in una action cam.
250 subacquei di 38 paesi detto la loro e aiutato lo sviluppo della fotocamera, progetto in crownfounding. Il risultato è una foto- video camera piccola e robusta con alcune nuove caratteristiche rivoluzionarie. Parte della filosofia del design era di creare un prodotto che consentisse a chiunque – indipendentemente dalla propria esperienza subacquea o competenza fotografica – di scattare foto subacquee di qualità e registrare filmati in alta definizione.
Alcune di queste funzionalità chiave includono: – Sensori di temperatura e pressione che registrano l’immersione e visualizzano queste informazioni nei video; Correzione automatica del colore a profondità controllata, eliminando la necessità di filtri per obiettivi; Lunga durata della batteria; App che consente di visualizzare il profilo dell’immersione insieme alle riprese registrate e condividerle; Profondità di 200 metri senza alloggi aggiuntivi.
Specifiche tecniche
• Prondità max 200m
• Antiurto
• Usabile con i guanti
• Risoluzione Video: 4K/30fps, 1080p/120fps, 720p/240fps (MOV – H.264 codec)
• Risoluzione foto: 3840 x 2160, 8MP
• AudioMicrofono interno
• Bilanciamento colore: Normale o Depth Color Correction
• Batteria: LiPo – 1600 mAh / 3 a 1080p/30 fps
• App: Viewing / Sharing / Settings (iOS & Android)
• Peso/ Dimension: 161g / 116x35x38 mm
• Contenitore: Alluminio e policarbonato
• Porta: USB-C (per ricarica)
• Memoria: 64 GB Micro SD-card
• Supporto: sulla maschera o universale
• Connessione: Doppia banda WiFi, Bluetooth & USB
• Display: 0.5” OLED
• Operatività: da -20°C a 85°C