Parco Naturale di Komodo, Indonesia, 25 chilometri quadrati di terra emersa in un’area marina di 479. Dichiarato Parco Nazionale 1980, sei anni dopo veniva consacrato dall’UNESCO World Heritage Site and a Man and Biosphere Reserve, inizialmente preposto a proteggere il famoso varano komodiensis, scoperto nel 1911. Poco si sa degli abitanti di queste isole solo che dipendevano dal sultanato di Bima, pescatori provenienti da Flores, Sulawesi e altre isole intorno, per lo più nomadi. Oggi vivono sulle isole circa 4000 persone sparse in quattro maggiori centri abitativi ed una parte sopravvive nei molti villaggi.

komodo_parcoLe isole comprese nel parco – tre le principali: Komodo, Rinca, Padar; con altre 603 – sono di origine vulcanica, formatesi sulle due placche continentali di Sahul e Sunda milioni di anni fa, si stima nel giurassico. Si trovano esattamente nella regione del Wallace. Che ha un ecosistema molto peculiare poiché si trova tra la zona australe e quella asiatica che comprende territori isolani che vanno dalle savane alle foreste tropicali. Con un’abbondanza di flora molto particolare ed un fauna tra cui spiccano rettili come i varani giganti. Il clima è tipicamente tropicale, con poche piogge solo nel periodo in cui le isole vengono investite dal monsone. Generalmente l’escursione termica va dai 17° ai 34° con una bassa percentuale di umidità.
La limitata fauna terrestre è compensata da quella marina, che risiede nel 67% dell’area totale del parco, fino ad una profondità di 200 metri. Che ha una varietà elevata con moltissime specie animali che prolificano grazie al ricchissimo ambiente madreporico che si è sviluppato grazie al flusso di correnti ricche di nutrienti. Queste piccole isole di terra bruciata sono orlate di spiagge di sabbia immerse in un mare trasparente e particolarmente ricco e vivace. A differenze di altre parti dell’Indonesia i fondali qui hanno sofferto meno della primitiva pesca con la dinamite e da tempo sono protette. La varietà di vita marina del Parco di Komodo è simile se non superiore ad altre mete di maggior fama, ricordando che quest’area è l’epicentro della biodiversità marina, luogo prediletto per la macrofotografia e per coloro che amano osservare le infinite varietà e i colori di un variegato mare tropicale.
L’arcipelago è un dedalo terre emerse e barriere coralline dove le correnti possono essere molto sensibili e superare anche i dieci nodi (18 km/h) come tra Rinca e Flores. Questa caratteristica ha fatto in modo che si sviluppasse un ecosistema marino molto ricco, per certi versi unico, che attrae per la sua bellezza appassionati da mezzo mondo. In questo spazio terraqueo risiedono oltre un migliaio specie differenti di pesci, 260 di madrepore e 70 di spugne, oltre ad un infinità di nudibranchi, ascidie di ogni colore, crostacei di tutte le dimensioni, cavallucci marini pigmei, squali, mante e delfini. Non mancano a seconda la stagionalità anche i grandi abitanti del mare che arrivano fin qui per cibarsi.
Elencare tutte le “specialità” faunistiche che si trovano in questi fondali sarebbe davvero troppo lungo. Possiamo solo dire che è come sfogliare un libro di mare proprio davanti al vetro della maschera. Komodo, vissuta nel tipico resort a bordo mare, non limita, come si potrebbe pensare, quello che si può scoprire perché le imbarcazioni del centro in poche decine di minuti sono in grado di raggiungere tutti i più interessanti luoghi di immersione, dai più conosciuti a quelli meno frequentati, entrambi in grado di dare scenari adeguati e inaspettati.

Mappa delle immersioni nel Parco di Komodo

Mappa delle immersioni nel Parco di Komodo

Alcuni tra i migliori siti d’immersione- descrizione a cura del Centro sub del Komodo Resort

 

Batu Bolong
Come dice il nome altro non è che una scoglio bucato dal vento e dal mare, tra le isole di Tatawa Besar a Nord e Komodo a Sud-Ovest. L’aspetto insignificante fuori dall’acqua lascia il passo ad uno dei siti di immersione più belli dell’arcipelago di Komodo, la scoglio che affiora si rivela il picco di un enorme cono roccioso che scende digradando ripido fino ai 75 metri. Nonostante le correnti possano essere fortissime ci si può sempre immergere nel lato protetto, sud se la corrente proviene da Nord e viceversa.
Cosa veramente importante è seguire assolutamente il proprio dive master perchè sui lati Est ed Ovest del diving site si possono formare delle correnti discendenti molto forti. Il lato Sud scende in maniera più regolare mentre la parte Nord è più aspro e spettacolare con pinnacoli sommersi e un canalone che scende dalla superficie fino a circa 27 metri. Ci si immerge sempre molto a ridosso della roccia su un giardino di coralli a circa 4-5 metri di profondità dove si inizia a scendere per fermarsi sui 28/30, dove si comincia a risalire a zig zag fra branchi di pesci chirurgo, carangidi di ogni dimensione, squali white tip che presidiano costantemente il dive site, pesci napoleone di grandi dimensioni e tartarughe qui sono di casa.
Tutto su uno sfondo formato una varietà impressionante di coralli molli e duri. La quantità di nudibranchi e comunque di invertebrati di ogni genere e colore rende, Batu Bolong un paradiso per la macrofotografia.
Sito piccolo in superficie che si allarga scendendo da però agli snorkelisti la possibilità di vedere grandi animali. La visibilità va da buona ad eccellente durante tutto l’anno.
Distanza:Da Sebayur (Komodo Resort) circa 30 minuti di barca
Da Labuan Bajo 1ora e 30 minuti

Castle Rock
A Castle Rock la corrente può essere molto forte, nel qual caso si consiglia l’immersione solo ai sub più esperti. I diversi pinnacoli che si innalzano fino a una profondità di 4-6 m da una piattaforma situata a una profondità media di 20-22 m offrono uno spettacolo indimenticabile pattugliati sempre da qualche pinna bianca. Ospitano perennemente enormi branchi di pesci chirurgo e fucilieri che attirano grandi carangidi, tonni, squali grigi, black tip, maccarelli e sovente delfini. In questo sito è abbastanza comune avvistare eagle ray e mante. Il 90 % per cento dei sub vogliono o vorrebbero ripetere l’immersione anche più volte. La visibilità è in genere eccellente. In condizioni di corrente si entra generalmente nel blu 50-60 metri a ovest-sudovest dei pinnacoli meno profondi, si scende fino ai 30 – 33 metri sullo slope e si comincia risalire fino alla piattaforma vera e propria sui 24 m e che è spesso il centro dell’azione. Si esplora la piattaforma sempre nello stesso versante fino ai piedi dei pinnacoli più grandi e meno profondi e si risale al riparo tra i due pinnacoli principali per fare la sosta di sicurezza a 5 metri sempre accompagnati da carangidi, unicorni e fucilieri.

Crystal Rock
A circa 300 metri da Castle Rock c’è il sito di immersione Crystal Rock, la cui cima affiora durante la bassa marea. Questo sito è soggetto alle stesse correnti di Castle Rock ma può offrire un riparo migliore. In genere offre una spettacolo più pacato ma non dissimile da Castle Rock, con il vantaggio di un giardino bellissimo di coralli e gorgonie soprattutto nella parte sud ovest. Senza corrente consigliamo di scendere a 22-24m sulla sella che congiunge la roccia centrale ad un massiccio pinnacolo coperto di coralli e gorgonie. Si può scendere fino ai 27-30m a cercare i cavallucci marini pigmei sulle gorgonie. Dopo di che gireremo intorno al pinnacolo secondario di nuovo sui 22m per poi dirigerci verso la roccia principale costeggiandola sul lato ovest. Qui risaliremo fino al girare sul lato est a circa 12 m di profondità dove faremo la sosta di sicurezza al riparo della parte affiorante.
Posizione: estremità nord ovest dell’isola Komodo
da Komodo Resort 1h 15min; da Labuan Bajo 2h 20min

Il Calderone
Immersione solitamente in corrente lungo il canale tra Gili Lawa Laut e Gili Lawa Darat. Con l’altamareasi parte dal lato sud-est del canaleper poi traversarlo, nuotando tra coralli e branchi di pesci. Dall’altra parte del canale la corrente ci spingerà verso l’alto sul bordo del cosiddetto calderone dove entreremo e ci lasceremo cadere sul fondo ad ammirare le pareti coperte da coralli e crinoidi eil vorticare di squali e grossi pelagici che sempre pattugliano questo strano enorme catino naturale. Risaliremo sulla parete nord e ci lasceremo portare ancora un poco dalla corrente per poi riparare dietro il capo ovest di Gili Lawat Lautdove ci aspetterà la barca. Molto bello lo snorkeling riservato però agli esperti a causa della forte corrente.
Posizione: poche centinaia di metri da Crystal Rock, estremità nord ovest dell’isolaKomodo; distanza da Komodo Resort1h 20min; distanza da Labuan Bajo2h 25min

Lonely Tree
A sud di Siaba vicino la costa di Rinca, un piccolo scoglio con un arbusto solitario marca un piccolo eden della macro. Si entra nel lato est e si scende fino a 24-25 m dove ci si dirige ad est dove si trva una piccola grotta, si continua cominciando a risalire quando la parete si fa meno ripida. Bella immersione per appassionati di macro fotografia, lo slope è tappezzato di piccole coloratissime formazioni coralline abitate da una varietà Nudibranchi e di Pseudoceros.
La corrente può essere feroce ed è consigliato fare l’immersione nei momenti di cambio di marea, preferibilmente nei giorni intorno alla mezza luna, quando le correnti sono meno forti e il periodo di cambio e molto più lungo.
Distanza da Komodo Resort 40 minuti in direzione sud-sudovest.

Karang Makassar (Manta Point)
A nord ovest di Komodo a poca distanza da Batu Bolong e le due Tatawa, c’è Karang Makassar: una grande secca spazzata dalle correnti, con qualche roccia e qualche corallo che spuntano dal fondale ricoperto di coralli morti. Descrizione poco invitante per quello che è uno dei posti interessanti di Komodo: MantaPoint. E’ proprio su questo fondale, che va dai 5 ai15 metri di profondità che le mante amano venire a nutrirsi? Farsi pulire ? Giocare? Il perché non è chiaro ma questo è il posto dove cercarle. Vi si possono facilmente incontrare in qualsiasi condizione di marea ma senza dubbio, le maggiori probabilità si hanno con la marea crescente quando la corrente è più forte. Si scende su un fondale di 8 10 metri qualche centinaio di metri ad est dell’isolotto ricoperto di verde che segna il limite sud di manta point e si segue la corrente stando ben vicini al fondo raggiungendo massimo 15 metri di profondità. Con l’alta marea si tratta di una drift con corrente forte ma non presenta grandi difficoltà se non quella di trovare un appiglio dove aggrapparci se ci vorremo fermare ad osservare qualche manta.
Per i sub poco esperti può essere l’approccio ideale a questo tipo di immersioni. Mante a parte,questo strano posto, così povero in apparenza, riserva sempre qualche sorpresa:tartarughe, squali white o black tip ed enormi carangidi sono assidui frequentatori della zona. Negli ultimi mesi dei nostri gruppi hanno avvistato più volte squali bambù, non molto comuni nell’area di Komodo. La visibilità generalmente buona,tende a peggiorare nella stagione delle piogge (Gennaio-Febbraio)
Snorkeling ottimo,si hanno le stesse probabilità di avvistare le mante.
Distanza: 45 min dal Komodo Resort in direzione sud ovest.

Pulao Tengah
Un isolotto roccioso dalle pareti scoscese che si tuffano nel blu e che sott’acqua creano un ambiente e una situazione di correnti molto simile a Batu Bolong.
Ci si immerge sempre nella parte al riparo della corrente molto vicino alla costa e si scende fino a trenta trentacinque metri per poi risalire a zig zag sempre evitando di esporsi alle correnti sugli angoli est e ovest . La parete è ricoperta di ascidie e da una quantità di specie diverse di coralli molli e duri che ospitano una grande varietà di nudibranchi e di platelminti. Quasi certo l’incontro con qualche tartaruga, grossi napoleone, carangidi e squali. La visibilità è generalmente buona a partealcuni periodi dell’anno quando l’acqua tende a essere torbida.
Snorkeling molto bello anche se su un area piccola.
Distanze:da Sebayur Besar 25 min in direzione sud sulla rotta perLoh Buaia (Rinca); da Labuan Bajo1h 30min direzione sud-ovest

Sebayur Kecil
Isola situata a un centinaio di metri a ovest del Komodo Resort. Tutta la costa nord dell’isola è molto interessante sia per il diving che per lo snorkelling.
Noi proponiamo 3 differenti immersioni
Mini wall
Per il mini wall si parte solitamente dalla boa situata di fronte all’estremità est della spiaggia nord di Sebayur Kecil.
Ci si immerge a 9-10 m di profondità su un fondale sabbioso che digrada dolcemente e ci sidirige verso nord-est fino a raggiungere l’angolo ovest e della parete a circa12 metri di profondità. Qui si comincia a scenderefino a 23 -25 metri seguendo il muro e ci si dirige verso est. La parte più interessante del muro è tra i 24 e i 12 metri e pertanto non è necessario spingersi fino al fondale sabbioso che è a 32- 35 m di profondità.
Il susseguirsi di canaloni coperti di coralli e piccole cavità forma un ambiente ideale per cernie, sweetlips, aragoste e polpi. Pesci napoleone e carangidi sono di facile avvistamento, così come è possibile osservare numerose specie di nudibranchi.
Si può decidere di ritornare verso la barca nuotando a quote più basse lungo la parete e fare la sosta di sicurezza alla boa. In alternativa si può attraversare il bellissimo bassofondo corallino che circonda Sebayur Kecil a una profondità che va dai 10 ai 5 metri.
Mini Wall è il luogo ideale per un’immersione notturna.
Snorkeling: bellissimo su tutto il reef intorno a Sebayur Kecil
Distanza da Sebayur Besar (komodo resort) 5 min
distanza da Labuan Bajo 1h,15min

Sebayur Centrale
Partendo sempre dalla boa ci dirigiamo verso ovest sul fondale sabbioso dove si trova una colonia di anguille giardiniere. Scendendo lungo il fondo verso ovestintorno ai 25 metri di profonditàtroveremo degli scogli ricoperti di coralli e ricchissimi di vita.
Continuando a nuotareverso ovest si arriva al punto doveil ripido slope che abbiamo tenuto alla nostra destra si impenna andando a formare un muroricco di gorgonie, crinoidei, spugne. Qui potremo facilmente vedere coloratissimi platelminti, nudibranchi, pesci coccodrillo, cernie, aragoste, trigoni maculati e tridacne di buone dimensioni. Puo’ capitare di avvistare un’ aquila di mare o qualche squalo. Ci fermeremo sul bassofondo corallino antistante la parte rocciosa centrale di sebayur per fare la sosta di sicurezza.

Sebayur Ovest
Si entra in acqua a 50-60 metri dalla costa quasi all’estremità ovest di Sebayur Kecil,
scendendo lungo lo slope fino a raggiungere i 15-18 metri, dove una sella sabbiosa uniscela piattaforma di Sebayur Kecil al grande costone roccioso.
Giriamo in senso orario intorno all’angolo del costone e ci dirigiamo verso est scendendo alla profondità di 28 – 30 m lungo un bel muro ricoperto di alcionari tra branchi di fusiliers e pesci chirurgo. Questo è anche l’area di Sebayur Kecil dove è più facile incontrare animali di grandi dimensioni: squali, carangidi, aquile di mare e mante. Proseguendo verso est, alla fine del costone ci si dirige verso lo slope di Sebayur distante una quindicina di metri e si continua verso est lungo il frastagliatissimo slope per finire con la sosta non lontani dai roccioni diSebayur centrale. Quest’immersione non è sempre possibile a causa delle correnti che durante i cambi di luna possono essereforti.
Distanza da Sebayur Besar (komodo resort) 10min;
distanza da Labuan Bajo 1h,20min

Tatawa Besar

Un giardino incantato, tra i più bei coral garden di Komodo da esplorare a più riprese. Può essere una alternativa a Tatawa Kecil se la corrente è troppo forte.
In questo caso diventa una divertentissima drift e dove si fila per centinaia di metri in un paesaggio tra i più colorati del mondo.
Si scende in acqua su un fondale di 6/8 metri di fronte alla piccola spiaggia a nord dell’isola quella che guarda il mare aperto, e si comincia a scendere in direzione nord est per poi seguire il reef verso Est -Sud Est , alla profondità di 25 metri.
Anche qui gli invertebrati la fanno da padroni, ma è molto facile incontrare pescinapoleone, tartarughe e qualche Black Tip. Si puo seguire il reef per centinaia di metri senza perdere interesse. Generalmente nelle immersioni senza corrente si ritorna al punto di partenza, nelle drift la barca ci aspetterà nella baia a sud dell’isola.
Posto indimenticabile per i fotografi.
Visibilità da buona ad eccellenteaparte Dicembre e Gennaio quando il monsone d’occidente può battere veramente forte l’isola.
Grandioso per lo snorkeling
Distanze: 20 minuti di navigazione da Sebayur; 1 ora e 30da Labuan Bajo

Tatawa Kecil
Un sito d’immersione fantastico ma battuto da correnti che possono essere molto forti. Situato nell’area nord di Komodo, poco a sud di Tatawa Besar non lontano da Batu Bolong si scende tra grandi rocce che ospitano una varietà di fauna impressionante, nella zona sud a circa
24 m di profondità una piccola grotta ospita una colonia di cavallucci pigmei. Uno sguardo intorno e sopra di voi e non sarà difficile scorgere squali pinna bianca o grigi, grandi carangidi e tonni, poco più a Nord sempre intorno ai 24 due grossi massi offrono il riparo ad una cleaning station frequentata soprattutto da dolci labbra, nella parte più a nord, corrente permettendo, è molto piacevole fare la sosta di sicurezza circondati da branchi di chirurgo, grossi unicorni e carangidi
Immersione per tutti durante i cambi di marea nei giorni a cavallo della mezzaluna, altrimenti solo per esperti per via delle forti correnti.
Visibilità generalmente ottima. Bellissimo snorkeling
Distanze: 25 minuti da Sebayur- 1 ora e 35 da Labua Bajo

Vainilu
Situato a Nord di Rinca dove la costa è coperta di mangrovie e l’acqua a volte può essere torbida, Vainilu è molto diversa dalle altre immersioni dell’area di Komodo. Data la scarsità di coralli e l’assenza di grandi predatori, può sembrare a prima vista un sito non molto interessante, ma all’occhio attento si rivela sorprendentemente ricco si vita. Pesci coccodrillo, ghost pipefish, frogfish, cavallucci marini pigmei e nudibranchi ne fanno un posto d’eccellenza per la macrofotografia. L’unica vero muck dive di Komodo.
Distanze: 50min da Komodo Resort; 1h,40 min da Labuan Bajo